L’Arte di Passare all’Azione di Gregg Krech. Recensione e Suggerimenti

L'Arte di Passare all'Azione di Gregg Krech

“La soluzione definitva all’inazione è…Passare all’azione” Gregg Krech

L’ azione è l’unico antidoto alla voglia di rimandare e di aspettare sempre il momento giusto.

Ma quale azione compiere? Qual è il primo passo per dirigersi verso i propri sogni?

In questo video ho voluto condividere tre suggerimenti che ho colto leggendo il libro di Gregg Krech:

  • Cos’è l’Azione
  • Kaizen
  • Naikan

Un libro da mettere in azione

Oggi voglio consigliarti un libro oltre che da leggere, da mettere in azione. L’arte di passare in azione di Gregg Krech.

oggi parleremo di questo libro e degli spunti che puoi prendere immediatamente per iniziare a mettere le basi per un nuovo anno.

Un libro che si mette in azione a partire proprio dal titolo L’arte di passare all’azione. Quest’anno è proprio quello che ci è mancato passare all’azione, perché siamo stati immobilizzati dentro casa e questo immobilismo ci ha fatto pensare tanto, ci ha fatto mettere in moto la mente. Da una parte è buono perché magari fa sviluppare tante idee, ma le idee per poi essere realizzate hanno bisogno di pratica e di azione e questo libro può veramente fare la differenza.

Bisogna però capire anche che cos’è l’azione ed è questo che ci dice questo libro anzi ce lo dice in tre passaggi. Gregg Krech ci dice che l’azione è ciò che fa la differenza dal continuare a pensare e quindi non fare nulla.

tre insegnamenti importanti che andiamo a vedere come possono essere fondamentali per noi per imparare l’azione.

Quali azioni compi?

le azioni casuali che noi facciamo quotidianamente ma senza uno scopo senza averle pianificate probabilmente sì ci portano da qualche parte ma non sappiamo dove realmente ci possono portare. Poi ci sono le azioni strategiche che sono quelle pianificate quelle che mirano al nostro obiettivo quelle che ci fanno avanzare verso la nostra meta.

 questa è la prima parte che ci spiega che ci sono due tipi di azioni l’azione casuale e l’azione strategica e quindi qual è la prima soluzione che ci dà Krech in questo libro? Beh semplice, ci dice presta attenzione, fai attenzione a ciò che fai. Le azioni se vuoi che siano strategiche devi fare attenzione e ascoltare quello che accade intorno a te. La prima cosa è guardarti intorno, capire che non puoi fare tutto ma qualcosa si.

Azioni e abitudini

Qual è quel qualcosa che puoi fare? L’azione che conta è l’azione che poi ripeti nel tempo e poi si trasforma in abitudini il primo indizio, la prima la scoperta che fai leggendo questo libro è che devi selezionare quello che fai. Sembra banale ma spesso non lo facciamo, spesso ci proiettiamo ovunque ci proiettiamo verso mille cose, perdendo energia, facendo azioni casuali, aspettando che accada qualcosa e invece no, non puoi fare tutto. Presta attenzione a ciò che è importante e lì dirigi le tue energie e le tue azioni.

Ma questa è solo una prima parte, poi l’autore ci porta verso una scoperta importante. Ci fa capire come un intero popolo ha trovato la soluzione a questo modo di agire attraverso uno psicologo che addirittura ha dato un nome a questo agire e lo ha reso veramente fondamentale. e qui entra in gioco Lo psicologo Shoma Morita, l’uomo che ha declinato l’azione nella sua semplicità.

Perché non agiamo? Non agiamo perché ci rimuginiamo sempre mille volte.

Lasciamo che la mente si espanda, crei pensieri su pensieri e stai sicuro che più ragioni su qualcosa più troverai la scusa per non farlo, perché non è perfetto perché non è fatto bene, perché probabilmente è migliorabile, perché probabilmente c’è qualcun altro che già l’ha fatto e quindi perché farlo?  

Kaizen e Naikan

La prima strategia è semplice. Ti consegna due strumenti meravigliosi per poter poi agire. Ed eccoli qua i nostri due strumenti che ci permettono di passare all’azione immediatamente. Il primo penso lo conoscerai almeno per averlo sentito dire almeno una volta è il KAIZEN.

Cos’è il KAIZEN? è l’arte di avanzare a piccoli passi, un passo alla volta e migliorarsi un po’ alla volta sempre di più. La Toyota ne ha fatto un punto di forza e nella vita di tutti i giorni lo facciamo anche noi. Avanzare Un passo alla volta, migliorarsi un giorno alla volta, trovare la scusa per poter migliorare sempre di più.

Il secondo strumento meraviglioso è NAIKAN meno conosciuto ma ugualmente efficace si compone di 3 domande e adesso andiamo a vedere come funziona.

NAIKAN significa introspezione. Dentro di te tutto le domande fanno questo, guardano dentro di te ti fanno scoprire chi sei, Ti fanno capire cosa stai facendo. Le 3 domande del NAIKAN sono quelle domande che puoi porti  la sera alla fine di una giornata.

Scopriamole:

#1 – che cosa ho ricevuto da…

che cosa ricevuto dalle persone accanto a me, dal mio posto di lavoro, dalle azioni che ho compiuto, dalle persone che ho aiutato. Cosa ho ricevuto è importante durante la giornata.

#2 – che cosa ho dato a…

Che cosa ho dato alle persone, che cosa ho dato al mondo, che cosa ho dato al mio lavoro, qual è stato il mio dono al mondo. Questo ci permette di capire se siamo stati bravi nel consegnare qualcosa se siamo stati bravi nel farci donare qualcosa se siamo stati in grado di condividere, dare e avere

 #3 – quali preoccupazioni e difficoltà ho causato a…

E sì perché il nostro agire ricordiamoci che crea qualcosa. Crea una conseguenza. E allora dobbiamo fare attenzione a quello che facciamo perché il nostro agire genera un’onda, se facciamo bene qualcosa rendiamo grato qualcuno, rendiamo felice qualcuno e riceviamo in in cambio qualcosa, se facciamo male quel nostro agire riceviamo qualcosa di negativo e diamo qualcosa di negativo come impressione.

Queste sono le tre  domande che ci permettono di guardarci dentro in profondità e capire se le nostre azioni per quanto piccole abbiano causato qualcosa intorno a noi nel bene o nel male bene.

C’è ancora una cosa che voglio dirti e che trovi in questo libro

Le storie che ispirano

Ci sono le storie delle persone che hanno messo in pratica quelli che sono i principi di questo libro.

Persone che ti raccontano quello che hanno vissuto, persone che possono ispirati e raccontarti attraverso il loro vissuto come l’azione li ha portati fuori dalle situazioni più difficili. 

Questa è l’Arte di Passare all’Azione

Article by : Roberto

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.