IKIGAI – Il Metodo Per Trovare Il Senso Della Vita. Recensione e Suggerimenti

Ikigai il senso della vita

“Ciascuno di noi possiede un Ikigai” Bettina Lemke

Ikigai è una parola giapponese che contiene un significato molto profondo.

E’ la porta d’ingresso per trovare attraverso un metodo semplice (ma non certo facile) la ragione di vita per essere felici ed alzarsi ogni giorno dal letto con uno scopo.

Lo spunto nasce dalla lettura del libro: Ikigai e il metodo giapponese per trovare il senso della vita ed essere felici

un metodo semplice ma non facile

Questo splendido aforisma di apertura ci introduce al libro che voglio presentarti oggi, Ikigai il libro che ci aiuta a trovare le risposte che accompagnano l’umanità e anche noi stessi a trovare nella vita il nostro scopo in questo mondo.

 Andremo a scoprire un metodo semplice ma non facile per poter trovare le risposte a queste domande. Ikigai contiene il metodo giapponese per trovare il senso della vita e per essere felici.

Qual è lo scopo della vita? Qual è il senso della mia vita? Queste domande portano con loro l’eternità sono domande eterne e hanno quella pesantezza, quella presenza addirittura ingombrante nella nostra vita. Quindi rimane anche difficile capire comprenderle e come poi farle nostre e trasformarle in qualcosa di comprensibile per noi, qualcosa che possa veramente darci la risposta senza che ci travolgano con il loro peso, il peso dell’eternità.

Cosa significa IKIGAI

Si compone di due parole ICHI che significa vivere e GAI ragione.

Abbiamo dato un senso e se uniamo queste parole, otteniamo anche un significato: la ragione per cui vivere. E’ già un po’ meno tosta ma anche con la ragione di vivere siamo ancora in un campo vasto che può rischiare di farci perdere.

Ikigai significa anche altro. La ragione di vita per cui ci dobbiamo alzare la mattina. Questo è un altro significato che si può dare a questa parola.

La ragione di vita per cui ogni giorno mi alzo.

Finalmente abbiamo fra le mani qualcosa che possiamo comprendere. La quotidianità, le abitudini di tutti i giorni, la grande Eternità che piano piano entra nella nostra vita. Stiamo trovando la ragione di vita per cui ogni giorno ci alziamo dal letto, ma siamo ancora sulla superficie siamo ancora nella fase di comprensione di questa parola.

Scopriamo il metodo IKIGAI

Questo metodo che ho imparato a maneggiare si compone in quattro grandi aree.

Spesso lo vedrai raffigurato in quattro cerchi che in un punto si intersecano tra di loro. In questi quattro cerchi è contenuta una parola e una domanda a cui dobbiamo dare risposta.

Sono domande semplici ma che appartengono all’eternità.

ROSSO PASSIONE

Partiamo dal primo colore, il rosso per tracciare il primo dei nostri cerchi che contiene la parola passione e come ci spiega il libro ci rivolge la domanda:

Quali sono le cose che mi piace fare?

Nel primo cerchio andremo a scrivere quelle che sono le nostre passioni a mettere dentro a prescindere dal guadagno, quello che ci appassiona, quello che guarda caso ci fa alzare la mattina con gioia.

Se dovessi fare solo quello che ti appassiona cosa metteresti in questo cerchio?

Non farti bloccare dall’idea che non hai passioni. Voglio darti  un input velocissimo. Immagina di avere tra le mani il libro del guinness dei primati, lì dentro ci sono persone che fanno le cose più disparate e se ci pensi lo fanno per passione. La passione va oltre qualsiasi altra cosa è ciò che fai a prescindere da tutto.

BLU PROFESSIONE

Continuiamo il nostro viaggio. Ora c’è la sfera che interseca la prima, il colore che ci accompagna questa volta è il blu.

 Questo cerchio contiene questa domanda:

 Quali sono le cose che so fare bene?

 C’è sempre qualcosa che sai fare. Per tornare all’esempio di prima del Guinness dei Primati, sappiamo fare qualcosa o perché l’abbiamo imparato o perché ci viene naturale e probabilmente potrebbe diventare anche la nostra passione o professione. quindi la professione che sappiamo fare bene, quello che ci viene quasi naturale da fare scrivilo dentro il cerchio blu.

Probabilmente ce n’è una che risalta più delle altre, oppure sei bravo in tante cose. Lavori manuali, sei bravo nella teoria, sei bravo a scrivere, sei bravo a fare parecchie cose o semplicemente una sola ma la fai molto molto bene. Inseriscilo in questo cerchio blu.

ARANCIONE VOCAZIONE

proseguiamo in questo nostro viaggio di scoperta con il terzo colore, L’arancione.

L’arancione è il colore che andrà a intersecare sia Il rosso che il blu. La passione e la professione. E’ il colore in cui c’è la vocazione. Quale domanda può essere scritta dentro al colore alla sfera della vocazione?

Quali sono le cose per cui mi pagano o potrebbero pagarmi?

 E’ molto simile alla passione, però c’è una piccola differenza ci sono due domande. Le cose per cui mi pagano o per cui potrebbero pagarmi.

 Ci sono cose che magari già fai sia per passione che per professione e per cui ti pagano. Scrivi in questo cerchio arancione quali sono quelle cose che fai per passione, per cui sei bravo nel farle e che potrebbero diventare una probabile professione per cui saresti pagato.

UN SENSO, UNO SCOPO E UN SIGNIFICATO

L’intersezione di questi tre cerchi ti dà un senso uno scopo e un significato comprensibile perché ci sono delle domande c’è una parola guida e ci sei tu.

Dentro devi metterci quella parte migliore di te che ti appartiene per ognuno di questi cerchi.

VERDE MISSIONE

Siamo al quarto cerchio rappresentato con il colore verde che accompagna questa parola, missione.

E’ questa missione che va ad intersecare le altre tre ci pone questa domanda:

Quali sono le cose di cui il mondo ha bisogno?

 Entriamo in un campo importantissimo.

Tutto ciò che ci appartiene, abbiamo la possibilità e la forza di poterlo donare.

Rileggiamo un attimo questa potentissima domanda: quali sono le cose di cui il mondo ha bisogno?

Noi abbiamo un dono. Ognuno di noi ha qualcosa che abbiamo scritta nero su bianco e che ci appartiene, siamo in grado di fare anche bene, che ci appassiona e che può essere la nostra vocazione.

Non teniamocela per noi, andiamo e consegniamola al mondo in maniera che una volta che ce ne andremo lasceremo un mondo che è diverso e migliore da come l’abbiamo trovato. Perché ci abbiamo messo ciò che ci appassionava, ciò che ci apparteneva.

La nostra missione quotidiana

Tutto questo possiamo farlo ogni giorno.

Possiamo lasciare un pezzettino ogni giorno di quella parte migliore di noi, di ciò che sappiamo fare e questo può ispirare tante persone in tanti modi. Una persona che sa fare qualcosa e la dona al mondo, può donare un sorriso una gioia una riflessione o addirittura può ispirare in tanti modi.

 Molte persone sono state ispirate da qualcuno che sapeva fare qualcosa. La sua missione era consegnare qualcosa al mondo in maniera che noi strada facendo la potessimo trovare, farla nostra o fare in modo che ci ispirasse. Per poi far uscire ciò che è nostro e consegnarlo al mondo e riempirlo di tanti doni che possono essere presi, sfruttati e utilizzati dalle persone.

Questo è il senso dell’IKIGAI è il senso della vita, perché sei tu che strada facendo che lo vai a comporre e rendere sempre più bello, sempre più simile a te.

Article by : Roberto

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

2 risposte

  1. Ciao Robi sono Giorgio, un tuo studente di University 😄

    Complimenti 🔥 Articolo bellissimo e che fa molto riflettere.

    Grazie dello spunto.💡 Credo sia altamente costruttivo e propedeutico, utilizzare una forma come questa di categorizzazione delle emozioni.

    Abbiamo un mondo 🌍 dentro che aspetta soltanto di essere scoperto.

    La vita frenetica che conduciamo ci impedisce di esplorarlo, e così, finiamo per perderci le meraviglie che lo colorano.

    Porsi alcune domande come queste, e inserire risposte all’interno di aree di pertinenza, ci aiuta a fare chiarezza…

    … ci aiuta a far emergere il mondo perduto, un po’ come Atlantide, sommersa negli abissi dell’oceano. 🌊

    Davvero uno spunto di riflessione che mi ha dato un pila🔋in più, per la mia torcia 🔦 con la quale sto continuando ad illuminare l’oscurità che occulta il mio microcosmo.

    Sei una bella persona❤️🔥

    Grazie ancora😊

    Giorgio 🥋

    1. Grande Giorgio! trovare il proprio scopo nella vita è la nostra missione. Avere quel motivo potente che ti permette di alzarti ogni mattina significa amare la vita e darle il valore che merita, senza sprecarne nemmeno un secondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.